VOIVOD, "Synchro Anarchy" in uscita a febbraio

Redazione 07 gen 2022
"Synchro Anarchy" uscirà l’11 febbraio 2022 per Century Media ed è il 15esimo album di studio dei Voivod.

“Siamo ansiosi di presentare questo nuovo album, frutto della nostra totale coesione...” – ha dichiarato Michel “Away” Langevin, mastermind e batterista della band canadese – “questo lavoro rappresenta innumerevoli ore di scrittura, demo, registrazioni, mixing... Tutti noi, insieme a Francis Perron al RadicArt Studio, abbiamo fatto del nostro meglio per farlo accadere in circostanze insolite che ci hanno portato a titolarlo Synchro Anarchy. Suono e musica Voivod al 100%! Non vediamo l’ora di portarlo sul palco!”####Voivod – 2022 lineup
Daniel “Chewy” Mongrain (guitar) – Denis “Snake” Belanger (vocal) – Michel “Away” Langevin (drum) – Dominic “Rocky” Laroche (bass) – www.voivod.com

Sychro Anarchy – tracklist
1. Paranormalium – 2. Synchro Anarchy – 3. Planet Eaters – 4. Mind Clock – 5. Sleeves Off – 6. Holographic Thinking – 7. The World Today – 8. Quest For Nothing – 9. Memory Failure

“La chiave è essere originali e trovare il proprio sound, ma poi bisogna essere preparati ad evolversi in una dimensione parallela, come hanno fatto i Voivod... Per i Voivod l’improvvisazione è una parte enorme del processo. Quando mi sono ...
l'articolo continua  
avvicinato al prog rock da giovane adolescente, rimasi impressionato dalla tecnica strumentale e dalla struttura di opere come "Close To The Edge" degli Yes. I brani più lunghi, in particolare, mi incuriosivano, ma poi mi resi conto che era tutto meticolosamente pianificato e, quindi, sul palco, potevano essere suonati esattamente allo stesso modo, ogni volta. Dopo aver incontrato Piggy e aver ascoltato la sua collezione di dischi krautrock come Can, Faust e Amon Duul, mi resi conto che quella musica conteneva parti che non potevano essere pianificate e replicate perché erano improvvisate: musica istintiva, un approccio nuovo di zecca per me. Molto più tardi, dopo che avevamo formato la band, registravamo le improvvisazioni utilizzandole spesso come base dei brani e abbiamo continuato a farlo nel tempo... Registriamo lunghe sessioni di improvvisazioni e poi le ascoltiamo, e scegliamo le parti migliori; Chewy organizza quelle sezioni in un certo ordine e poi proviamo tutti insieme. Questo processo si trasforma in un brano à-la Voivod. Direi che l’improvvisazione è il cinquanta per cento di ciò che facciamo...” (Michel Langevin)





© 2016 Il Volo Srl Editore - All rights reserved - Reg. Trib. n. 115 del 22.02.1988 - P.Iva 01780160154